Breaking News:
  • Registrati

Scienzaonline

Home Scienze Naturali Biologia Digital diorama, l’ecosistema diventa interattivo

Digital diorama, l’ecosistema diventa interattivo

E-mail Stampa
(0 voti, media 0 di 5)

 

Il progetto promosso dall’Università di Milano-Bicocca, dall’Università di Roma Tor Vergata, dall’Istituto comprensivo Copernico e dal Parco Nord di Milano consente di esplorare alcuni ambienti naturali in modo interattivo seguendo percorsi di apprendimento ricchi di contenuti multimediali. La presentazione è oggi al Museo di Storia Naturale di Milano.

 

Milano, 22 aprile 2016 – La natura a portata di touch: grazie ai diorami digitali oggi è possibile conoscere in modo approfondito e “toccare con mano” anche gli ecosistemi geograficamente più lontani mediante computer, tablet, LIM e altri strumenti digitali.

 

Il progetto scientifico Digital diorama – Diorami digitali per la LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) è stato presentato nel corso della Conferenza stampa che si è svolta stamattina al Museo di Storia Naturale di Milano, durante la quale sono intervenuti Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del Comune di Milano, Domenico Piraina, direttore del Museo, Annastella Gambini, docente di Biologia dell’Università di Milano-Bicocca, Paolo Ferri, docente di Teoria e tecnica dei nuovi media dell’Università di Milano-Bicocca, e Anna Roselli, direttrice del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, Livorno.

 

Digital diorama ha l’obiettivo di porsi come un’innovazione radicale nella divulgazione e nell’insegnamento della biologia e dell’ecologia: un obiettivo che raggiunge attraverso modalità innovative di fruizione di diorami presenti nei musei di Storia Naturale, digitalizzati e resi esportabili nelle scuole e in postazioni multimediali aperte al pubblico.

 

Ma che cos’è, in concreto, un diorama? Il diorama è la riproduzione di un ambiente con animali, piante o altri elementi, realizzata secondo criteri scientifici. Questo strumento è stato utilizzato nei musei sin dalla prima metà dell’Ottocento a fini divulgativi, avvalendosi di effetti tridimensionali e particolarmente realistici. Nell’era del “Web 2.0”, i diorami si trasformano in interfacce interattive multimediali.

 

«Tre sono gli obiettivi del nostro progetto – ha spiegato Annastella Gambini, docente di Biologia all’Università di Milano-Bicocca – realizzare una didattica innovativa, favorendo l’accesso a tematiche trasversali che collegano fra loro tutti gli organismi viventi, rendere disponibile a tutti la possibilità di esplorare, seppur virtualmente, ecosistemi lontani e, infine, far conoscere i diorami dei musei di Storia Naturale, risorse preziose sia dal punto di vista scientifico, sia da quello storico-artistico».

 

La missione del progetto: dar vita ad un prodotto didattico interattivo in grado di facilitare l’apprendimento di tutti, come prevede il piano nazionale “Scuola digitale”. L’interattività consiste nel fatto che – se utilizzati mediante tablet o LIM – con il semplice tocco di un dito si mettono in evidenza gli hot spots, punti-chiave che rimandano a differenti livelli di fruizione, destinati a pubblici il cui livello di conoscenza delle tematiche ambientali è molto diverso: dagli studenti delle scuole primarie agli universitari, dai turisti agli insegnanti.

 

I diorami adottati da questo progetto, attualmente, sono quattro – tre provengono dal Museo di Storia Naturale di Milano, uno dal Museo del Mediterraneo di Livorno – e presentano altrettanti livelli di interattività: “Viaggio immaginario”, “Tematiche trasversali”, “Carta d’identità” e “Attività pratiche”. Nel lungo periodo, questi diorami digitali potrebbero configurarsi come il primo nucleo di un database internazionale in grado di “trasportare” fra le nostre mani (ad esempio, sugli schermi dei nostri tablet) habitat naturali riprodotti in scala che si trovano fra le mura di musei distanti anche decine di migliaia di chilometri.

 

Portato avanti grazie a un finanziamento del MIUR – il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – il progetto Digital diorama vede capofila il Dipartimento di Scienze umane per la formazione “Riccardo Massa” dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e annovera fra i suoi partner il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, il Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società dell’Università di Roma “Tor Vergata”, Parco Nord Milano e l’Istituto comprensivo Copernico di Corsico.

 

I test di funzionamento del diorama digitale utilizzato come prototipo sono stati effettuati con la collaborazione di studenti e insegnanti dell’Istituto Copernico. Il Politecnico di Milano, durante la fase iniziale del progetto, ha condotto un'analisi accurata di come i bambini di età compresa fra i 5 e i 10 anni osservino l'interfaccia mediante eye tracking tecnologico e, in seguito, ha monitorato l’intera sperimentazione, svoltasi in un primo momento nella scuola partner e in seconda battuta in 15 realtà scolastiche sparse su tutto il territorio nazionale.

 

 

I Digital diorama saranno presentati al pubblico oggi pomeriggio alle 14,30 nel corso del Convegno che si terrà nell’Aula magna del Museo di Storia Naturale di Milano.

 

Ufficio Stampa

 

Università di Milano-Bicocca

 

Non hai i permessi per commentare

VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

LAVORI IN CORSO

LAVORI IN CORSO - Nuovo sistema di gestione in collaudo
VI PREGHIAMO DI SCUSARCI PER I DISAGI
STIAMO IMPORTANDO IL DATABASE DI
TUTTI GLI ARTICOLI DI SCIENZAONLINE
DAL 2003 AD OGGI

SCIENZAONLINE.COM

  • Ultime News
  • News + lette
Il Grafene, il nano-materiale che migliorerà la nostra vita

Il Grafene, il nano-materiale che...

2010-11-23 00:00:00

Musicolor

Musicolor

2009-02-18 00:00:00

I Della Robbia e la storia della terracotta invetriata

I Della Robbia e la storia della...

2009-03-18 00:00:00

Giovanni Papi - Prata Caelestia

Giovanni Papi - Prata Caelestia

2009-11-17 00:00:00

Autorizzazioni

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew 
Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

 

Hot Topic

Ultimi Commenti

X

.

Pubblica il tuo Articolo

Hai scritto un Articolo scientifico? Inviaci il tuo articolo, verrà valutato e pubblicato se ritenuto valido! Fai conoscere la tua ricerca su Scienzaonline.com!

Ogni mese la nostra rivista è letta da + di 50'000 persone

Information

Information

Ultime News

Ionosfera col segno meno

Ionosfera col segno meno

2017-04-19 07:28:04

Segnali, scelte e conflitti: il cervello li sbroglia con attenzione

Segnali, scelte e conflitti: il...

2017-05-05 15:40:28

Smog, Italia e' paese piu' colpito nella UE

Smog, Italia e' paese piu' colpito...

2017-05-03 14:16:02

Orbita a rischio febbre

Orbita a rischio febbre

2017-04-21 12:00:00

Redazione

Contatta la Redazione di Scienzaonline.com per informazioni riguardanti la rivista
Pagina Contatti

Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information